Se non la conosci sei spacciato! 😱Probabilmente hai già sentito nominare questa legge dalla fisica a scuola… quindi ti voglio rassicurare che non tratterò di fisica in questo mio post! 😉 Ti parlerò della differenza tra un vincente e un perdente, tra chi ha deciso di prendere tra le mani la propria vita per farne un capolavoro e chi invece se la lascia scorrere addosso come se non potesse fare niente se non stare a guardare… se avrai la pazienza di seguire il mio ragionamento, ti svelerò qual è la legge segreta che è capace di trasformarti in una persona di successo.

VINCENTI E PERDENTI

Durante la mia vita, ho avuto momenti in passato in cui ho provato la sensazione di essere impotente di fronte a quello che mi stava accadendo. Una sensazione di sconforto mi teneva schiavo mentre mi ripetevo che non ce l’avrei fatta. Ho vissuto anche momenti in cui attribuivo ad altri intorno a me le colpe dei miei fallimenti. Non so se anche tu hai avuto o sei in uno di questi momenti…

Ogni essere umano nasce con la capacità di vincere la vita con il suo personale, irripetibile e unico potenziale diventando così una persona autentica e degna di successo. Eppure è pieno il mondo di persone tendono a de-responsabilizzarsi. Ci sono persone che hanno fatto di questo atteggiamento il loro stile di vita e trovano sempre qualcuno o qualcosa a cui dare la colpa dei propri fallimenti.

Ti sei mai accorto che le persone PERDENTI hanno una serie di caratteristiche comuni?Analizziamole insieme:

  • evitano di assumersi la propria responsabilità e si lamentano 🤮continuamente degli altri
  • vivono nel passato 😰(rimpianti) o nel futuro (ansie) e solo raramente nel presente
  • attende di vincere alla lotteria o che improvvisamente la fortuna gli sorrida 🤑 (illusione della salvezza magica)
  • si nascondono dietro ad una maschera 🤡per offrire all’esterno un volto diverso

Le persona VINCENTI invece hanno queste altre caratteristiche:

  • Si assumono con autenticità le proprie responsabilità (respons-abile cioè essere capace di rispondere ad una situazione), non giocano a “biasimo” e non concedono a nessuno una falsa autorità sulla loro vita;
  • vivono consapevoli nel presente (conoscono il loro passato, costruiscono il proprio futuro con le loro azioni)
  • Imparano a conoscere i propri limiti e i propri sentimenti senza averne paura
  • Sono perlopiù spontanei e non sprecano energia a costruire maschere per manipolare gli altri.

Responsabilità vuol dire quindi: prendere atto dell’azione inesorabile della Legge di causa ed effetto nella propria vita.

LA LEGGE DI CAUSA EFFETTO

La legge di causa effetto è conosciuta sin dai tempi antichi e citata da tutte le tradizioni del mondo. In oriente è conosciuta come la legge del Karma . Nel cristianesimo la ritroviamo in varie parti degli scritti del nuovo e dell’antico testamento. Nella lettera ai Galati 6,7 ad esempio troviamo scritto: “Non fatevi illusioni: Dio non si lascia ingannare. Ciascuno raccoglierà quello che avrà seminato”.

La “Legge di causa effetto” dice questo:

Ogni causa produce un suo effetto ed ogni effetto è stato generato da una causa.

Tu puoi scegliere se essere la CAUSA o l’EFFETTO…

La Programmazione Neuro Linguistica ha tra le sue presupposizioni (che tratterò in maniera estesa in un post successivo) quella che è conosciuta come equazione CAUSA/EFFETTO che in inglese recita così:

You are in charge of your mind, and therefore your results
(and I am also in charge of my mind and therefore my results).

che tradotto sarebbe ” Tu sei responsabile della tua mente (dei tuoi pensieri) e quindi dei tuoi risultati”
In base a questa presupposizione la persona può sempre scegliere se essere CAUSA delle sue azioni oppure EFFETTO delle azioni di qualcun altro.

Quando qualcuno si rivolge a me per una coaching, questo è il primo argomento che tratto. Se non ci assumiamo la responsabilità delle nostre azioni neanche Antony Robbins potrà aiutarci. Vuoi smettere di fumare? devi accettare che ogni giorno scegli di farlo e non pensare che non sarai mai capace di smettere. Vuoi dimagrire? devi comprendere che il tuo stato fisico è il risultato delle tue azioni e se vuoi cambiare il risultato devi cambiare le azioni. Molte persone si rivolgono a me e mi raccontano che il problema non è loro ma delle persone intorno a loro e così mettono il potere nelle mani di qualcun altro. Il cambiamento è una scelta.

SCEGLI DI ESSERE CAUSA

Tutte le nostre azioni e tutti i nostri pensieri producono risultati nel mondo reale.

Un eccesso di rabbia, una discussione pesante, il parlare in modo negativo, mentire, mostrarsi chiusi, ecc., sono tutte azioni che producono effetti negativi sulle nostre relazioni mentre invece un sorriso, un atto di generosità, una manifestazione interesse migliora la qualità delle nostre relazioni e produce inevitabilmente occasioni di collaborazione futura.

Le persone vincenti, le persone di successo scelgono ogni giorno di essere CAUSA delle proprie azioni e dei propri risultati, si chiedono spesso “COME POSSO FARE…?” invece di chiedere “di chi è la colpa..?”

A questo punto alcuni potrebbero obiettare che è troppo facile ma tra il dire e il fare c’è di mezzo il “male” invece il punto è proprio che se abbracci questa presupposizione come se fosse sempre vera stai facendo la prima azione per costruire il tuo successo personale infatti ogni volta che sono causa di qualcosa posso fare una azione per migliorare la mia situazione, se la responsabilità è mia dovrò muovermi in direzione del mio futuro… se invece mi accontento di sedermi sull’altro lato dell’equazione… quello sbagliato… non potrò fare altro che attribuire delle colpe:

E’ colpa del mio partner che non mi ha compreso, del mio capufficio che è uno stronzo, di mio figlio/a che è ingrato, del capitalismo, del comunismo, del fascismo… è colpa di Dio che mi ha generato!

Se oggi c’è qualcosa che non va nella tua vita lamentarsi, attribuire colpe, cercare un capro espiatorio, non servirà a nulla. Per quante parole spenderai nel lamentarti cercando una causa fuori di te non cambierà la situazione di una sola virgola.

Se il lavoro che fai ti fa schifo guardati intorno e cambialo, se ti mancano delle competenze studia, anche di sera, leggi, impara cose nuove. Se sei insoddisfatto/a della tua vita di coppia parla al tuo partner a cuore aperto per chiedervi insieme “Come possiamo fare per risolvere” se ancora c’è volontà di andare avanti. Se la tua forma fisica non ti soddisfa mettiti a dieta o inizia a fare sport. Se non hai abbastanza tempo per te stesso alzati presto la mattina almeno 2 ore prima… Questi sono solo alcuni esempi per mostrare che se ti assumi la responsabilità piena, al 100% dei tuoi risultati si tratta solo di trovare le giuste azioni.

IN PRATICA:

  1. Smettila di lamentarti o di considerare la tua situazione come EFFETTO delle azioni di qualcun altro
  2. I tuoi risultati dipendono dalle tue azioni e in prima istanza dai tuoi pensieri. chiediti: Come posso fare…?
  3. Prendi un foglio di carta e fissa 5 obiettivi che vuoi raggiungere nei prossimi 3 mesi.

TU SEI GIA’ A BUON PUNTO

A ben guardare tu sei già buon punto 💪🏻😀in questo processo di trasformazione nella quale scegli di sederti dalla parte GIUSTA dell’equazione CAUSA/EFFETTO, infatti in questo momento stai leggendo queste righe perché qualche istante fa hai preso la decisione di cliccare su un link che ti ha portato su questa pagina , e prima ancora hai presupposto (pensiero) che qui dentro potevano esserci delle risposte alle domande che ti stavi facendo.

Ti avverto: La lettura di questo articolo causerà altri eventi positivi nella tua vita… Alea iacta est!

Tu che esperienza hai in merito? hai mai avuto esperienza conscia o inconscia nella vita con la legge di Causa Effetto ? Se questo articolo ti è stato utile o ti ha interessato incoraggiami con una bella valutazione o un commento.